top of page

I prossimi appuntamenti con i laboratori del maestro Tagliaferri - scultore non vedente -

Aggiornamento: 16 gen

Laboratorio la CRETA AL BUIO e laboratorio LA PIETRA AL BUIO

( aperto a tutt*, anche senza esperienza e/o particolari abilità)


👉4 e 5 Marzo a MILANO La Pietra al Buio

oppure

👉11 e 12 Marzo a NAPOLI La Creta al Buio

oppure

👉 1 e 2 Aprile a ROMA La Creta al Buio


🚌ci spostiamo in tutta Italia previo accordo su numero minimo di partecipanti


Con il maestro Felice Tagliaferri, noto scultore e fondatore della prima scuola di arti plastiche diretta da un artista non vedente. Autore del celebre CRISTO RIVELATO, collabora con Musei, Scuole, Università e importanti Accademie in Italia.

📜I CORSI RILASCIANO ATTESTATO RICONOSCIUTO MIUR


📞 contattaci al 3474728611 ( whatsapp) oppure mail francesco.bianchi@progettograf.it


" Io non insegno a persone con disabilità ma a persone con le più diverse caratteristiche. Nei miei gruppi ci sono persone disabili e non, persone di tutte le età, dal bimbo di otto anni sino all’anziano di novantanove. Alla fine, utilizzando un linguaggio comprensibile a tutti, vengono trasmesse delle nozioni che permettono ai partecipanti di fare le stesse cose. L’unica differenza può riguardare i tempi di realizzazione, c’è chi ha bisogno di mezz’ora, chi di un’ora, chi di due. Ciò che insegno loro è che non è importante il risultato finale, ma il “come si sta” mentre si fanno le cose.»

Felice Tagliaferri


Laboratorio la CRETA AL BUIO e laboratorio LA PIETRA AL BUIO

( aperto a tutt*, anche senza esperienza e/o particolari abilità)


Due giornate di formazione esperienziale - non formale e informale - uno spazio unico di crescita professionale e umana, un momento di incontro e confronto con il maestro Felice Tagliaferri, noto scultore e fondatore della prima scuola di arti plastiche diretta da un artista non vedente.


E se vi dicessi che è possibile realizzare sculture senza l'uso della vista? E se vi raccontassi che con l'uso delle mani, dei gomiti, del mento, delle ginocchia...insomma sì, con tutto il corpo, è possibile creare qualcosa senza aver necessità di vederlo? Sperimentarsi nella "creta al buio" oppure "pietra al buio" non è solo lavorare sul proprio senso del tatto, ma anche mettersi nelle condizioni di persone con disabilità per comprenderne le strategie di creazione e relazione.


Possibilità infinite per:

1)#artisti e #artigiani in cerca di una nuova forma esplorativa dell'arte

2)#educatori, #osa, #docenti di sostegno, #oss, #insegnanti, #terapisti che desiderano acquisire uno strumento "altro" di ausilio all'apprendimento, di comunicazione e di interazione da portare con sé nei propri contesti professionali ed educativi, immaginando, insieme, nuovi percorsi e metodologie di #didattica inclusiva, attività ludiche e educative adatte ai bisogni e alle condizioni specifiche dei nostri utenti.(studenti, pazienti, alunni disabili e non)

3)per #genitori che vogliono sperimentare un altro punto di vista sulla disabilità e sull’inclusione

4)per aziende e #teambuilding che aspirano a riplasmare l’ambiente di lavoro, sperimentando una leva per scardinare i pregiudizi e le convinzioni che le esperienze personali e lavorative hanno cristallizzato.


La mente disegna immagini assorbendo suoni, colori e sensazioni Il corpo, tutto, riproduce le forme attraverso un modo "altro" di utilizzo del canale tattile.


Quali e quanti risultati sarebbe possibile ottenere in una "condizione di disabilità", purché sostenuti e guidati da una mano sapiente e esperta come quella del maestro scultore e docente non vedente Felice Tagliaferri, fondatore della prima scuola di arti plastiche diretta da un artista non vedente?

Il laboratori - momento unico di formazione, crescita professionale e umana che rilasciano attestato riconosciuto MIUR - sono un'avventura adatta a tutti, anche senza alcuna particolare capacità artistica.

I gruppi che mettiamo insieme sono infatti dei più variegati: educatori, insegnanti, architetti, assistenti sociali, arteterapeuti, artisti e artigiani, madri e padri di figli con disabilità, persone con problemi di vista o motori, studenti, chiunque senta il desiderio di mettersi una benda sugli occhi e scoprire che "spesso dalle piccole cose si capiscono quelle grandi, dalle cose manifeste si arguiscono quelle nascoste".



INFO PROGRAMMA, OBIETTIVI E ALTRE CURIOSITA' AL LINK

⬇🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽

https://www.progettografroma.com/post/pietra-al-buio-lab-di-scultura-tattile-con-il-maestro-non-vedente-felice-tagliaferri-aperto-a-tutt?fbclid=IwAR3rdzO4TNcbo_nAG3NRzRIuxIeUQPX5k3J_5_lqJm9VwvjFWgih_wstw-A


-------------------------------------------------------------------------------------------------

-------------------------------------------------------------------------------------------------





INFO PROGRAMMA, OBIETTIVI E ALTRE CURIOSITA' AL LINK

⬇🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽🔽

https://www.progettografroma.com/post/laboratorio-creta-al-buio-a-napoli-e-roma-con-il-maestro-tagliaferri-scultore-non-vedente-ric-miur



....curiosità, storia e opere del maestro

La storia di Felice Tagliaferri, scultore non vedente di grande successo, è davvero incredibile. All'età di 25 anni, grazie all'esperienza formativa con lo scultore Nicola Zamboni, sperimenta concretamente la possibilità che la disabilità visiva non rappresenta un limite per le proprie potenzialità. Da qui ha inizio la sua incredibile ed intensa carriera artistica e di insegnante. Autore del famoso "Cristo Rivelato", Felice Tagliaferri gira il mondo per insegnare a educatori, docenti etc, attraverso i suoi laboratori, come far comprendere che "non esistono i disabili e gli abili, tutti hanno le loro disabilità, tutti possono trovare le loro abilità." Il maestro collabora con il Museo tattile statale Omero, il museo di arte contemporanea a Roma, i Musei Vaticani, l'Accademia di Brera, il museo Guggenheim a Venezia, dove tiene corsi e laboratori anche per bambini. Ricordiamo la sua partecipazione al TEDEX di Bologna, insieme all'organizzazione e gestione del primo simposio di scultura del marmo per persone non vedenti in cooperazione con il Comune di Carrara. I destinatari del suo metodo di insegnamento sono anche Scuole e Istituti, insegnanti di sostegno, terapisti, per far sperimentare la condizione della disabilità e grazie ad una mano esperta e sapiente provare a capire che - come ricorda il maestro Felice Tagliaferri - "non esistono abili e disabili, tutti hanno le loro disabilità e tutti possono trovare le proprie abilità".

COLLABORAZIONI FELICE TAGLIAFERRI
.pdf
Download PDF • 123KB











PER INFORMAZIONI SU COSTI E MODALITA' DI ISCRIZIONE contattare PROGETTO GRAF, mandare messaggio whatsapp al 3474728611 oppure scrivere alla mail francesco.bianchi@progettograf.it

544 visualizzazioni0 commenti
bottom of page