Un approccio coraggioso alla didattica inclusiva,per "vedere oltre" ciò che è difficile da cambiare.

"I miei corsi sono rivolti a tutti: a bambini, ragazzi, anziani, vedenti e non-vedenti, a studenti, insegnanti, artisti, ma anche a chi, semplicemente, desidera approcciare e conoscere il mondo dell’arte.Così, è cominciato tutto. Ho iniziato con piccoli laboratori di scultura."

Felice Tagliaferri - noto scultore e unico docente/formatore al mondo di arti plastiche non vedente, fondatore della prima scuola di arti plastiche diretta da un artista non vedente.


Aiutare il bambino/ragazzo a far emergere e valorizzare i propri talenti, riconoscendo ed accettando anche i propri limiti, senza che siano discriminati o sminuiti. Partire dai singoli per arrivare all’unione e forza del gruppo/classe. Oltre gli stereotipi e i pregiudizi che investono e immobilizzano, affinché la vulnerabilità diventi una risorsa.

E' possibile? Non ci sono le condizioni adatte?

Non lo sappiamo. Noi di Progetto GRAF -gruppo e rete per l'apprendimento e la formazione- non vi conosciamo e non conosciamo il mondo che vi circonda, un mondo che sappiamo essere complesso e che rispettiamo e amiamo.

Siamo convinti, però, che - come scrive Lech Walesa - "è quasi impossibile costruire nulla se prevalgono frustrazione, amarezza e uno stato d’animo di impotenza".

Quindi?

Quindi proviamo, insieme, ad accendere una luce nuova sulla nostra routine di lavoro quotidiano e sul nostro mondo interpersonale e aspettiamo di vedere cosa accade. Se resterà soltanto un piccolo bagliore momentaneo, o se ci indicherà la strada verso nuove suggestioni e un rinnovato desiderio di guidare l'altro e di farsi guidare, ne sarà comunque valsa la pena di provare a "vedere oltre".

Abituare la mente e il proprio bagaglio emozionale al tentativo di costruire un nuovo modo di pensare -a prescindere da quali e quanti risultati o evidenti cambiamenti tutto questo porterà- ci rende più capaci di far fronte alle conseguenze di tutto ciò che sappiamo essere così difficile da cambiare.


Gli allievi del maestro Felice Tagliaferri, scultore non vedente...

💑Esco da quest'aula con una maggiore consapevolezza di come si può sentire un disabile in certi momenti 👩‍❤️‍👩Ho sperimentato il modo migliore anche per imparare a stare di più sulle cose e a guardare con un occhio diverso dandole la giusta importanza. Entrando nella dimensione dei non vedenti, anche non avendo pratica e abilità particolari nelle varie tecniche, il tutto acquista un sapore diverso e più buono... 🟡Viviamo in un mondo dove si và sempre di corsa, dove l'importante è apparire, dove ci si dimentica di noi stessi, figuriamoci degli altri. Poi un giorno, quasi per caso, si decide di partecipare a un corso, ''La Creta al Buio'', laboratorio con il maestro Felice Tagliaferri, scultore non vedente. Immaginare, imparare a ''SENTIRE'' la creta, riuscire a ''GUARDARE'' attraverso l'esperienza tattile, ''VEDERE'', anche dentro di noi. E in questo corso, avviene qualcosa di incredibile. Gomitoli formati da fili invisibili, si srotolano e legano le une alle altre, anime e cuori di queste persone sconosciute. 💑Speranza e scoperta dell'efficacia dell'Arteterapia. Non la conoscevo molto, e devo ammettere che ha contribuito anche ad un mio benessere personale 💑Bisogna chiudere gli occhi più spesso 👩‍❤️‍👩Ho imparato che esistono altre modalità, " dettaglio, studio, passione, rispetto, creatività, tenacia, umiltà. Lasciarsi andare in dimensioni poco esplorate può spaventare ,ma accompagnati per mano può lasciare affiorare a tratti quell'istinto che guida oltre la vista 💑Momento di profonda leggerezza 💑Lascio la paura di sbagliare senza neanche averci provato 💑Mi si è aperto un mondo 👩‍❤️‍👩Rispetto alle altra volte in cui mi sono messa in gioco, questa volta sono voluta rimanere dietro le quinte,,,ho visto un gruppo bellissimo...forse all'inizio è stato un pò faticoso ma piano piano ognuna di voi ha preso sempre più sicurezza e si percepiva l'entusiasmo con cui lavorava... 💑Mi porto metodi nuovi da poter usare con i bambini disabili, convinta di quanto sia giusto e utile dar loro una chance 💑Con gli occhi non vediamo quello che realmente è 💑Mi serviranno molto le tecniche acquisite oggi, per conoscere meglio la persona disabile 👩‍❤️‍👩Mettere per un momento da parte il guardare con gli occhi mi ha permesso di sentire in maniera più forte. Il critico interiore che guarda e osserva è stato zitto e gli altri sensi hanno avuto la libertà di esprimersi, di espandersi.... 👩‍❤️‍👩Cosa ho imparato oggi? che non ci si deve arrendere di fronte all'imprevisto, trovando alternativa e trasformando "l'errore" in opportunità. Come dice il maestro Felice Tagliaferri, io posso, piano piano, spostando un pò di sabbia per volta! 💑Lascio quello che conoscevo, per osare cose nuove 💑Lascio la paura, la serietà ed una certa paura di interagire ❤"Ho sconfitto per un attimo pregiudizi e malinconia", 🧡"Mi sento svuotata di tutta quella tensione che avevo accumulato", 🧡"Provo una grande fiducia nel poter fare", 🧡"Sento di non voler mettere più in discussione la possibilità di fare", 🧡"Ho abbattuto la paura", 👩‍❤️‍👩Questi due giorni sono stati molto piacevoli, sia per le persone che ho conosciuto che per l'esperienza che ho vissuto.Lavorare in questo modo ti scarica molto e il fatto di scambiarsi le opere è stato come prendersi cura dell'altro..un gruppo fantastico 🧡"Mi sento ispirata dal voler provare da sola avendo capito il meccanismo", 🧡"Ho imparato a seguire l'impulso tattile abbandonando la razionalità", 🧡"Sento una profonda gratitudine per questo senso di unione". 👩‍❤️‍👩"Lavorare al buio per me è stato come entrare in un'altra dimensione. Ascoltare il mio lato più profondo, lasciarmi andare.Il "non vedere" mi ha permesso di non giudicare giusto o sbagliato, ma solo creare quello che poteva essere.


INFO SUL PROGRAMMA DI FORMAZIONE "RI - NASCERE AL BUIO" https://www.progettografroma.com/rinascere-al-buio


62 visualizzazioni

©2019 by Progetto GRAF. Proudly created with Wix.com