sab 18 dic | Roma

A Roma laboratorio esperienziale LA SCUOLA CHE LASCIA IL SEGNO

- metodologie, attività ludico/didattiche e laboratori artistici facilmente assimilabili, replicabili nei vari contesti educativi e famigliari, per stimolare la creatività e il pensiero progettuale fin dall'infanzia -
A Roma laboratorio esperienziale LA SCUOLA CHE LASCIA IL SEGNO

Orario & Sede

18 dic, 11:00 – 19 dic, 17:30
Roma, Matemù CIES ONLUS / Via Vittorio Amedeo II 14

Info sull'evento

per educatori, insegnanti scuola infanzia e primaria, genitori e studenti, educatrici asilo nido, psicologi, studenti, logopedisti, dirigenti scolastici, tutor e terapisti, counselor, assistenti all'infanzia, ludoteche, presidi educativi, centri diurni di cura e assistenza a bambini e ragazz*

weekend 18 e 19 dicembre Laboratorio esperienziale in presenza LA SCUOLA CHE LASCIA IL SEGNO con la Dott.ssa Solidea Bianchini riconoscimento MIUR. Utilizzo di strumenti creativi come espressione di identità - metodologie, attività ludico/didattiche e laboratori artistici facilmente assimilabili, replicabili nei vari contesti educativi e famigliari, per stimolare la creatività e il pensiero progettuale fin dall'infanzia -

QUANDO e DOVE: sabato 18 dicembre dalle 11.00 alle 19.00 + domenica 19 dicembre dalle 9.00 alle 17.30 presso centro Matemù CIES ONLUS in Via Vittorio Amedeo II 14 metro A Manzoni. ( possibilità di spostarci in tutta Italia previo accordo)

Il percorso formativo che immaginiamo è essenzialmente esperienziale, ricco di attività da provare in prima persona nella dimensione del laboratorio. Il laboratorio è un luogo di creatività e conoscenza, di sperimentazione, scoperta e autoapprendimento attraverso il gioco: è il luogo privilegiato del fare per capire, dove si fa "ginnastica mentale" e si costruisce il sapere. E’ anche un luogo di incontro educativo, formazione e collaborazione. Uno spazio dove sviluppare la capacità di osservare con gli occhi e con le mani per imparare a guardare la realtà con tutti i sensi e conoscere di più, dove stimolare la creatività e il "pensiero progettuale creativo" fin dall'infanzia. Il disegno, il lavoretto, il laboratorio grafico pittorico, l’atelier d’arte. Un universo molto esplorato in cui ci si muove, a nostro avviso, troppo spesso a tentativi, senza una reale consapevolezza degli strumenti e degli obiettivi. Il vero maestro è internet con i suoi facebook, instagram, pinterest e tutorial youtube in un vortice di “copia e fai incollare” dove si punta a chi “lo fa più strano”. Il percorso formativo che immaginiamo è, al contrario, essenzialmente esperienziale, ricco di attività da provare in prima persona. Perché quando si parla di espressione artistica del bambino, di creatività e fantasia, di racconto individuale della propria personalità, di sviluppo e definizione delle singole identità non ci si può limitare ad un excursus tra le principali correnti teoriche cresciute intorno all’espressione grafica pittorica in età evolutiva.

ARGOMENTI I temi principali affrontati saranno: • La natura del gesto grafico in età prescolare • Educare al gesto naturale nella scuola del fare: il non-apprendimento • Scarabocchi ed arte infantile • I linguaggi del bambino l'espressione attraverso i materiali ed il colore • La nascita dell'identità, lo sviluppo della persona • Esprimere se stesso nel laboratorio d’arte, guardare l’altro, vedere oltre • La traccia del corpo disegno della memoria: l'importanza del movimento nell' espressione graficopittorica • La comunità educante l'importanza della partecipazione attiva delle famiglie e degli educatori per sostenere la crescita serena del bambino • L’adulto e il bambino: esprimersi, sentire e vivere l'esperienza diretta nell’attività grafico pittorica • Educare all’immagine nell’era digitale

I LABORATORI Le attività verranno proposte in prima persona agli educatori ed agli insegnanti in una modalità che possa essere esplicativa e generatrice di nuove forme. Le esperienze sono quindi pensate per essere vissute, interiorizzate, elaborate, personalizzate. • Lavorare da soli, lavorare in gruppo: pensare sé stessi, dipingere con l’altro • Le nature morte tridimensionali • Lasciare il segno: pitturare e disegnare il movimento • La pittura “leggera” • Mettere e levare: le tecniche a stampa, stencil, pittura a sottrazione • Leggere la realtà: dipingere la natura, raccontare il mondo fuori • Il sé e l’identità (dipingere il corpo, dipingere con il corpo, le maschere, i nostri mostri, i volti e le facce) • Fotografare, raccontare, proiettare (tecniche fototerapiche e video terapeutiche)

Obiettivi del corso:

• Fornire solide basi teoriche di riferimento che consentano di declinare il concetto di laboratorio nei vari contesti • Scoprire il proprio talento creativo e liberare il bambino artista che alberga sopito dentro ogni educatore ed insegnante • Offrire ai partecipanti tutti gli strumenti organizzativi per personalizzare l’offerta laboratoriale più adatta ai propri allievi • Fornire strategie operative che favoriscano negli adulti impegnati nella realizzazione delle attività la serenità e l’efficacia e negli utenti l’adeguato spazio di libertà espressiva • Attualizzare l’offerta didattica con una vasta gamma di proposte che coprano i bisogni di espressioni dei soggetti in età evolutiva ma anche le famiglie dei bambini coinvolti

Mappatura delle competenze: • Progettazione-organizzazione situazioni apprendimento • Supporto al benessere studenti • Favorire una valutazione più formativa che normativa • Lavorare in gruppo, team teaching; peer review • Aumentare le capacità di fare ricorso ai metodi attivi, ai percorsi di progetto, al lavoro per problemi aperti e situazioni-problemi, sviluppare competenze e transfert di conoscenze • Mantenere costantemente gli alunni al centro dell’azione pedagogica

DESTINATARI: educatori, insegnanti scuola infanzia e primaria, genitori e studenti, educatrici asilo nido, psicologi, studenti, logopedisti, dirigenti scolastici, tutor e terapisti, counselor, assistenti all'infanzia, ludoteche e centri diurni di cura e assistenza a bambini e ragazz*

LA DOCENTE. dott.ssa SOLIDEA BIANCHINI Solidea Bianchini è formatrice, pedagogista, educatrice e scrittrice . E' coordinatrice di servizi educativi per la prima infanzia. È counselor espressivo e parent trainer iscritto al CNCP e si occupa di formazione e sostegno alla genitorialità. È stata regista e scrittrice quindi utilizza nella formazione e nei laboratori tecniche ispirate a questi due ambiti. È autrice di manuali per educatori ed insegnanti ed è responsabile della Collana 0-6 delle Edizioni accademia. In questo ultimo anno si occupa, come facilitatore, della creazione di comunità educanti auto organizzate.

COSTI con materiali e iscrizione inclusi 

Avete DUE opzioni: SCONTI PER GRUPPI DALLE 3 PERSONE IN SU. Alla fine del laboratorio rilasceremo dispense originali frutto del lavoro svolto insieme.  

A) con attestato di partecipazione: per coloro che non desiderano l'attestato riconosciuto dal MIUR, è possibile partecipare al laboratorio con la quota di euro 130,00 ( in questo caso rilasceremo attestato di partecipazione) .Per iscriversi è necessario inviare 30 euro di acconto alle coordinate in fondo. Il resto potrà essere versato direttamente il giorno del laboratorio  

B)con attestato riconosciuto MIUR: 185,00 euro con attestato riconosciuto MIUR grazie all'accreditamento IRSEF ente riconosciuto. Per iscriversi è necessario inviare 35 euro di acconto alle coordinate in fondo. Il resto potrà essere versato direttamente il giorno del laboratorio  

COME CI SI ISCRIVE? MODALITA' DI ISCRIZIONE: Per confermare la propria partecipazione, bisogna versare l'acconto alle seguenti coordinate: ESTREMI PER PAGAMENTO ACCONTO: BANCA ETICA (CREDITO COOPERATIVO) BENEFICIARIO: ASSOCIAZIONE ON AIR IBAN: IT 72 H 03599 01899 050188533461 CAUSALE: “COGNOME + scuola+ NUMERO DI TELEFONO”

Condividi questo evento